DOPO LA MORTE DI UN RE

DOPO LA MORTE DI UN RE
Riti funerari in Thailandia, tra tradizione e innovazione di Padre Giovanni ContarinAlla morte di Rama III nel 1851, a tutti i thailandesi (con poche eccezioni) venne chiesto di rasarsi la testa. Alla morte di Re Rama IV nel 1968, il popolo thailandese poté vedere l’urna reale solo dopo che venne portata alla pira funeraria, a Sanam Luang, giorni dopo la cremazione. Oggi, fino a 30.000 persone al giorno entrano nel Palazzo Reale per pregare e rendere omaggio di fronte all’urna di Re Bhumibo...
Altro

Le Leggende Metropolitane

Le Leggende Metropolitane.
Avv. Alessandro TosatoThailandia, paese affascinante, il paese del sorriso, il paese della cortesia, il paese dell’assurdo.Come tutti I paesi del mondo, quando si visitano per turismo hanno un fascino particolare che fa innamorare le persone e le spinge ad abbandonare ll paese natio per trasferirsi nel nuovo paradiso. E’ qui che cominciano poi I vari problemi, di visto, di regole, di relazioni ed altro che non vengono in evidenza durante il periodo di vacanza.In ogni paese dove vivon...
Altro

Bangkok: una città che cambia volto

Bangkok: una città che cambia volto
di Giacomo IobizziCavi: Una giungla di grovigli in ThailandiaBill Gates, tempo fa, criticò la Thailandia per i suoi cavi elettrici sospesi tra le strade attraverso un post con foto su Facebook divenuto immediatamente virale.Il fondatore di Microsoft scrisse: “A causa delle scarse infrastrutture, molte aree urbane soffrono di frequenti tagli di corrente e blackout, la rete elettrica spesso non riesce a servire la gente che più ne ha bisogno.” - e ancora - “Ho visitato molte città con ...
Altro

ORIENTALISMI: SPACCHI E BACCHETTE

ORIENTALISMI: SPACCHI E BACCHETTE
di Massimo Morello «Ma perché molte donne occidentali appena mettono piede in Oriente si sentono in obbligo a indossare l’ao dai? Oltretutto ci vuole… “le phisique du role”» dice un’amica indicando una signora in sovrappeso che fa il suo ingresso in un ristorante di Bangkok. L’ao dai è il tradizionale abito vietnamita dai profondi spacchi laterali. Nell’immaginario orientalista è divenuto il simbolo del fascino esotico. Un po’ come il cheongsam, il classico abito femminile cinese (conosciuto...
Altro

Una Storia lunga come la pioggia

Una Storia lunga come la pioggia
LA MAGIA DELLA THAILANDIA FRA TIGRI EFFERATE E MONSONIdi Beppe BonazzoliUna storia vecchia come la pioggia, scritto da Saneh Sangsuk, è un libro affascinante per scoprire la vera anima del Paese che si annida nella giungla.“Avevo appena dieci anni quando il Vecchio Djanpa mi comprò un fucile e m’insegnò a sparare, a caricarlo con la polvere e una pallottola di piombo, a tenere sempre la polvere all’asciutto e muovermi nella giungla senza rischiare di perdermi. Ero un figlio della giu...
Altro

Alessandro Stasi – docente italiano con cattedra di diritto Thailandese

Alessandro Stasi - docente italiano con cattedra di diritto Thailandese
Una storia, quella di Alessandro Stasi, che inizia dalla città di Napoli e continua con il suo trasferimento in Thailandia 5 anni fa.Laureato a pieni voti presso la Facoltà di Giurisprudenza Federico II di Napoli, Alessandro si trasferisce in Francia dove consegue due master in diritto internazionale con “mention” presso l’Università francese di Nizza, Sophia-Antipolis. Gli viene offerta l’opportunità di lavorare presso un prestigioso studio di avvocati francesi e contemporaneamente si speci...
Altro

SEA JUNCTION

SEA JUNCTION
Intervista alla Dott.ssa Sciortinodi Padre Giovanni ContarinAbbiamo incontrato la Dott.ssa Rosalia Sciortino nella sua abitazione a Bangkok: un appartamento suggestivo pieno di libri, mobili e oggetti che testimoniano una vita trascorsa in Asia e un incessante interesse verso il Sud-Est Asiatico. La Dott.ssa Sciortino vive e lavora infatti da oltre 25 anni in questi luoghi, dove ha concentrato i suoi studi e le sue attività per lo più nel campo dello sviluppo. I Paesi più studiati sono l...
Altro

CAFFÈ BRUNO

CAFFÈ BRUNO
Intraprendenza, generosità e operosità Questa è la formula per la realizzazione di un progetto che fonde le capacità di produzione locale con il genio della carità di un gruppo di missionari italiani nel Nord Thailandia. La passione per la gente e per i ragazzi delle minoranze etniche dei monti hanno dato vita a una nuova marca di caffè ormai conosciuta e distribuita in tutta la Thailandia.Il ricavato della tostatura e della vendita del caffè va completamente a favore delle giovani generazi...
Altro